GLI STATI GENERALI DELLA PROMOZIONE DELLA SALUTE IN PROVINCIA DI TREVISO

L’OPI di Treviso, è stato coinvolto dall’AULSS  2 Marca Trevigiana, insieme agli altri Ordini dei Professionisti Sanitari, nell’evento tenutosi presso l’Auditorium di s. Artemio il 2/12/2019 “GLI STATI GENERALI DELLA PROMOZIONE DELLA SALUTE IN PROVINCIA DI TREVISO”

L’obiettivo era evidenziare e premiare la ricchezza di esperienze  attivate dai Comuni, ULSS, Scuole e Associazioni di cittadini su tutto il territorio della Marca Trevigiana, in modo da diffonderle e riprodurle proficuamente nell’ottica della promozione della salute, a vantaggio di tutti i cittadini.

Sono stati presentati i poster di tutti i progetti attivati, alcuni dei quali sono stati  ritenuti avere maggiori potenzialità intrinseche di condivisione, che sono stati quindi selezionati dalla giuria composta dai rappresentanti degli Ordini professionali.

Vi presentiamo  i Progetti che coinvolgono nel team professionale anche i colleghi professionisti infermieri, a sostegno della fondamentale importanza della condivisione multiprofessionale degli obiettivi di salute verso la popolazione.

Obbligo di PEC per i Professionisti, previsto anche nel “decreto semplificazioni” in fase di arrivo: bozza (al 7/7) dell’art. 37, comma 1, lettera E: “Il professionista che non comunica il proprio domicilio digitale (=pec) all’albo (…) è obbligatoriamente soggetto a diffida ad adempiere, entro trenta giorni, da parte del Collegio o Ordine di appartenenza. In caso di mancata ottemperanza alla diffida, il Collegio o Ordine di appartenenza commina la sanzione della sospensione dal relativo albo o elenco fino alla comunicazione dello stesso domicilio. L’omessa pubblicazione dell’elenco riservato (…), il rifiuto reiterato di comunicare alla Pubbliche Amministrazioni i dati previsti (…) ovvero la reiterata inadempienza dell’obbligo di comunicare (…) l’elenco dei domicili digitali ed il loro aggiornamento (…), costituiscono motivo di scioglimento e di commissariamento del Collegio o Ordine inadempiente (…).

l’Ordine  offre gratuitamente la casella elettronica di posta certificata ai suoi Iscritti.